Il lato sotterraneo di Palermo sarà protagonista di una visita in programma venerdì 24 maggio. “Nel ventre arabo del Gesuitico Alto – dai Qanat alla Camera dello Scirocco” è il nuovo appuntamento del progetto In Itinere, che porterà i visitatori alla scoperta di un aspetto “nascosto” della Palermo Arabo-Normanna.

Si tratta di un’esperienza molto particolare, insieme a una guida esperta della sede speleologica del CAI – Club Alpino Italiano di Palermo. Il percorso dura circa due ore ed è sconsigliato a chi soffre di claustrofobia.

I Qanat sono stati scoperti nei terreni dei Gesuiti. Era un ingegnoso sistema idrico, progettato e costruito dagli arabi tra nono e undicesimo secolo. Al di sotto della città si estende una vasta rete di gallerie e cunicoli che, secondo la tradizione, erano anche utilizzato nel Settecento dai Beati Paoli.

La Camera dello Scirocco, invece, è un vero e proprio rifugio, utilizzato dai nobili, per sfuggire alle temperature troppo elevate.

Sono due i turni per partecipare alla visita di venerdì 24 maggio: il primo alle 19.30, dalla Camera dello Scirocco ai Qanat; il secondo alle 20.20, con percorso inverso, dai Qanat alla Camera dello Scirocco.

C’è ancora poco tempo per prenotare (per tutta la mattina di oggi, 22 maggio), al numero 393 6655232 o all’indirizzo in_itinere@libero.it (posti limitati). Il costo a persona è di 15 euro per: accesso ai Qanat comprensivi assicurazione, di Guida CAI autorizzata, attrezzatura in dotazione con impermeabile, casco e imbragatura, stivali di gomma; accesso guidato alla Camera dello Scirocco.

Abbigliamento necessario da portarsi: un cambio di camicia o T-shirt, un cambio di calzini e pantaloni. Per i dettagli, potete cliccare qui.