Nuovo colpo di scena sul caso di Mazara del Vallo.

Continuano a emergere nuovi dettagli sulla scomparsa di Denise Pipitone. Nelle ultime settimane si è parlato parecchio della vicenda avvenuta nel 2004 a Mazara del Vallo, al centro di diversi approfondimenti televisivi. Martedì 29 giugno, durante il programma “Ore 14” di Rai2, Milo Infante ha rivelato alcune delle ultime novità emerse dalle indagini. Si è parlato, in particolare, di una nuova testimone: se le sue parole venissero confermate, le conseguenze potrebbero essere significative. Una signora di Roma avrebbe raccontato alla Procura di Marsala che nel 2004 si trovava in vacanza in Sicilia e che alloggiava proprio presso l’Hotel Ruggero II, la struttura in cui lavorava Anna Corona. Anna Corona è l’ex moglie di Pietro Pulizzi, il padre biologico di Denise.

Il caso di Denise Pipitone a “Ore 14” su Rai2

Piera Maggio, mamma di Denise Pipitone, era presente in studio durante la trasmissione di Rai2. Secondo quanto ricostruito da “Ore 14”, la donna di Roma avrebbe raccontato che, mentre era in hotel «Quel 1 settembre 2004 ho visto una bambina accanto a una persona, non dimenticherò mai i suoi occhi». Poi avrebbe sentito anche delle urla e una frase ambigua, cioè: «Proprio qua dovevi portarla?». La testimone ha spiegato che era scesa alla reception per chiedere degli asciugamani. In quel frangente aveva subito notato un certo nervosismo tra il personale dell’albergo, in particolare quando ad un certo punto inavvertitamente si è aperta una porta attraverso la quale ha visto una bambina. Ecco cos’altro ha riferito ai magistrati.

La donna avrebbe riconosciuto tra le persone attualmente indagate una di quelle presenti all’epoca in hotel. Il suo racconto, in questo momento, è al vaglio degli inquirenti: essendo passati ormai quasi 17 anni, non sono stati conservati i registri con i nominativi degli ospiti dell’hotel. Nel corso dello speciale di “Ore 14”, è stata rivelata anche un’altra testimonianza, quella di una donna di Mazara del Vallo. Proprio a lei una figura nota alle indagini avrebbe rivelato in una chat di aver “fatto fuori” Denise. Anche in questo caso si sta vagliano con attenzione l’attendibilità del racconto.

Articoli correlati