All'età di 74 anni è morta a Roma l'attrice Isabella Biagini. A novembre era stata colpita da un'ischemia. A dicembre 2016 – un fatto che attirò l'attenzione di tutti i giornali – dal suo appartamento in un palazzo di via Nomentana partì un incendio e fu soccorsa dai vigili del fuoco.

Nata nel 1943 a Roma, il suo vero nome era Concetta Biagini. Negli anni '70 ha recitato in numerose commedie, prima di sparire dai radar. "La mia rovina fu il 'mancato sfregamento dell'epidermide' con due grandi boss del mondo dello spettacolo: non volli cedere alle loro avance. Erano altri tempi, non c'era la libertà sessuale che c'è oggi e trovai molto sconveniente il modo in cui, queste due persone, cercarono di approcciarmi", raccontò in un'intervista.

E ancora: "Entrambi gli uomini mi proposero una storia seria, addirittura il matrimonio, ma io non sentivo i 'violini'. Inoltre non capivo perché ci provassero con me, io ero un'attrice di talento, non sono mai scesa a compromessi, non ho mai avuto bisogno di 'buoni compagni' o 'spinte'. Così scappai via da entrambi e da allora mi fecero terra bruciata intorno. Hanno cercato di copiarmi i capelli, i lustrini, le paillette, hanno cercato di far 'biaginare' le altre ma non si può essere Anna Magnani solo perché si indossa una parrucca simile ai suoi capelli".