Noemi Durini è stata picchiata, probabilmente a mani nude, e successivamente accoltellata al capo e al collo. Lo ha stabilito l'autopsia. I medici legali hanno infatti riscontrato sul cadavere della ragazza 16enne originaria di Specchia (provincia di Lecce) "lesioni contusive multiple da picchiamento al capo e agli arti e lesioni da arma bianca al capo e collo".

Nel cuoio capelluto della giovane è stata trovata la punta del coltello utilizzata per il ferimento ed è confermata la circostanza, già emersa, che sul cadavere della ragazzina non sono presenti segni di pietrate. L'autopsia è stata compiuta tre giorni fa dal medico legale nominato dalla Procura, Roberto Vaglio, e dal consulente della famiglia della vittima, il medico legale Francesco Introna.