Le conseguenze della bizzarra primavera che stiamo vivendo in questi giorni sono ben evidenti. Sull’Etna si è registra una temperatura di meno 5, che ha dato vita a un panorama praticamente invernale. Il vulcano si è risvegliato con una coltre di neve, regalando agli appassionati di fotografia un paesaggio da immortalare.

Tra quanti hanno realizzato uno scatto c’è anche il vulcanologo dell’Ingv di Catania Boris Behncke che. Sul suo profilo Fb, l’esperto ha anche dato informazioni sul quadro eruttivo: «Il Nuovo Cratere di Sud-Est dell’Etna ha prodotto qualche piccolo sbuffo di cenere stamattina».

Il clima insolitamente freddo degli ultimi giorni sta per diventare un ricordo. Già da domani, giovedì 16 maggio, le temperature saliranno notevolmente in Sicilia.