Etna oggi: è appena trascorsa una notte di fuoco e lava.

Nuovo parossismo la notte scorsa sull’Etna. Il vulcano siciliano ha continuato a mostrare segni di irrequietezza, con il suo consueto spettacolo di lava. Gli esperti dell’Osservatorio etneo dell’Istituto nazionale di Geofisica e Vulcanologia monitorano costantemente la situazione, fornendo tutti i dati aggiornati. L’Etna oggi si mostra dopo una nottata di fuoco. L’attività stromoboliana ha avuto inizio già nella serata di ieri, martedì 9 marzo, dal cratere di Sud-Est. È passata a fontana di lava, alimentando un flusso lavico diretto nella Valle del Bove. Il fenomeno è anche stato accompagnato da forti boati, che sono stati avvertiti a grande distanza. Non è mancata l’emissione di una colonna di nube eruttiva. Sospinta dal vento ad alta quota, la nube ha fatto cadere lapilli e cenere lavica sul versante Nord-Est del Mongibello. E non è finita qui.

La fontana di lava, secondo le osservazioni dell’INGV, si è conclusa alle 4,30. La colata si è espansa lungo il versante occidentale della Valle del Bove, continuando a essere moderatamente alimentata. Il fronte lavico ha raggiunto quota di circa 1.800 metri sul livello del mare. Dal punto di vista sismico l’ampiezza del tremore vulcanico si è riportata su valori medi. L’attività eruttiva dell’Etna oggi non ha avuto alcuna ripercussione sull’operatività dell’aeroporto internazionale Vincenzo Bellini di Catania. In foto: l’Etna nel dicembre del 2018 (ph. Andrea Mirabella).

Articoli correlati