Immagine[youtube width=”600″ height=”344″]https://youtu.be/l3rQhXCIez4[/youtube]

Portopalo di Capo Passero è una località situata nell'estremo sud della Sicilia orientale, sotto il parallelo di Tunisi. Ed è da questo scenario che nasce l'idea di girare il videoclip del cantautore Fabio Abate. Terra di sole, di pescatori ed agricoltori. Terra bagnata da due mari, lo Jonio ed il Mediterraneo.Terra di approdo per migranti, di gente che ha visto il volto affranto di coloro che pur di fuggire dalle tirannie e dalle guerre hanno attraversato aridi deserti.
"Come ti vorrei" è la trasmigrazione dell'anima verso l'amore, il desiderio irrefrenabile di dire ciò che non abbiamo mai detto a coloro che abbiamo più amato.

COME TI VORREI

Quando ripenso ai tuoi occhi
Un salto nel tempo
Ti vengo a cercare
Vedo il tuo volto riflesso
Su un raggio di luce
Che spunta dal mare
E poi sento il profumo di un fiore
Che timidamente si appresta a sbocciare
Se potessi dirti tutto quello che
Io non ti ho detto mai
Se potessi darti tutto quello che
Io non ti ho dato mai
Come ti vorrei
Quando ritorna l'estate
Un tuffo nell'acqua
Ti vengo a cercare
Sento quei baci rubati
In punta di piedi
Vorresti ballare
E poi vedo le tracce svanire
Un soffio di vento mi perdo nell'aria
Se potessi dirti tutto quello che
Io non ti ho detto mai
Se potessi darti tutto quello che
Io non ti ho dato mai
Come ti vorrei
Se potessi dirti tutto quello che
Io non ti ho detto mai
Se potessi darti tutto quello che
Io non ti ho dato mai
Come ti vorrei
Come ti vorrei
Come ti vorrei
Come ti vorrei

Protagonisti: Fabio Abate e Giulia Calì
Con le danze del sud Italia di Antonella Sannino
Voce e chitarre: Fabio Abate
Guest: Carlotta Proietti
Percussioni: Gionata Colaprisca
Violini: Adriano Murania
Arpa: Gaia Sessa
Ukulele: Denise Guerrera
Marranzano: Puccio Castrogiovanni
Mixed by Vincenzo Cavalli – Sonoria Studio Rec
Con la straordinaria partecipazione di Bruno Torrisi e Domenico Gennaro