Ancora una volta il Financial Times è andato a caccia delle migliori eccellenze in fatto di food&drink e, ancora una volta, ha inserito la Sicilia tra le sue scelte. Stavolta tocca alle migliori gastronomie italiane di Londra, gli alimentari più intriganti, tra cui ne svetta uno dalle atmosfere siciliane.

Il Financial Times scopre le migliori gastronomie italiane a Londra

Le classiche botteghe alimentari, quelle di cui l’Italia è piena, hanno un fascino molto particolare. Se, per gli abitanti del Bel Paese, è facile vivere in prima persona quel fascino, lo è un po’ meno per chi vive al di fuori dei nostri confini. A conferma di questa indiscussa attrattività, che rimane invariata in ogni parte del mondo, è uscito un articolo del Financial Times dedicato alle migliori gastronomie italiane di Londra.

La giornalista Marianna Giusti definisce queste botteghe “una destinazione gastronomica in stile Willy Wonka“. E scrive: «Tutti gli alimentari in tutta Italia, da Torino a Palermo, sono meravigliosamente familiari. (…) A orari prevedibili della giornata, sono pieni di bambini urlanti e genitori. La pasta fatta in casa è normalmente in mostra accanto a mucchi di formaggi diversi, salumi e pasticceria fresca. A seconda della stagione, dal soffitto pendono panettoni o uova di Pasqua in confezioni lucide».

I tanti italiani espatriati all’estero hanno portato ovunque un po’ di quella magia: «Fortunatamente – scrive Giusti – generazioni di espatriati italiani hanno aperto negozi in tutta Londra, da Fulham a Bethnal Green».

Quindi continua: «Alcuni conservano il caos colorato e gli odori dei negozi di alimentari di provincia della mia infanzia; altri mi ricordano le gastronomie più sofisticate, con tende da sole pulite e piccoli vassoi da degustazione, dove mia madre ci portava quando faceva la spesa per ospiti particolarmente speciali».

Delizie d’Italia, la cucina siciliana a Londra

Queste le premesse per un viaggio gastronomico che comincia proprio dalla Sicilia. La prima scelta tra le migliori gastronomie italiane a Londra è, infatti, “Delizie d’Italia”, i cui titolari sono Mariausilia e il compagno Gaetano, originari dell’Agrigentino. Hanno rilevato il negozio nel 2016.

«È quasi impossibile entrare da Delizie D’Italia solo per comprare alcune cose senza finire a pranzare all’aperto, seduti sotto il baldacchino, tutto l’anno. Centrale ma fuori dalla rete turistica, la gastronomia è ospitata in un edificio vittoriano ad angolo curvo, in una strada residenziale meravigliosamente tranquilla a Pimlico», si legge sul Financial Times.

«Gaetano gestisce l’ alimentari con la cognata Cristina, aiutato da Nicoletta e Barbara, e il loro negozio ha un’inconfondibile atmosfera familiare siciliana, evidente nella scelta dei piatti preparati al momento e nel calore con cui discutono le ricette di famiglia».

Tra i piatti che si possono consumare ci sono parmigiana di melanzane, polpette al sugo, pasta al forno e arancini. Non mancano i cannoli e tante altre specialità: «Tutti i piatti siciliani dovrebbero essere provati. Atmosfera familiare incantevole», è il verdetto della giornalista del Financial Times, che aveva già inserito una torrefazione di Palermo tra le migliori caffetterie del mondo.

logo-img
La redazione di siciliafan.it si impegna contro la divulgazione di fake news. La veridicità delle informazioni riportate su siciliafan.it viene preventivamente verificata tramite la consultazione di altre fonti.
Questo articolo è stato verificato con:
    Chiedi la correzione di questo articoloValuta il titolo di questa notizia

    Articoli correlati