Filmati a luci rosse con minori e un sito internet legato al tema della sessualità nei bambini: sono queste le prove raccolte contro un cittadino americano di 55 anni, che da anni viveva a Palermo, finito ai domiciliari con l'accusa di produzione di materiale pedo-pornografico. L'uomo, il cui nome è Frank Adamo, avrebbe fotografato tanti bimbi palermitani, sempre senza veli e con una ragazzina e un ragazzino di 10 anni avrebbe realizzato un video in cui i due piccoli si massaggiano a vicenda, seguendo le indicazioni della sua voce fuori campo.

Sarebbe, secondo l'accusa, anche arrivato a offrire denaro a due famiglie del quartiere Brancaccio per filmare e fotografare i loro figli (ricevendo un rifiuto). Adamo ha insegnato per anni l'inglese, sia privatamente che in alcune scuole pubbliche ed è anche stato volontario per il reparto pediatrico di un ospedale cittadino, per anni. Le indagini sono partite dalla segnalazione di un uomo cui l'insegnante aveva chiesto di filmare i figli minorenni: a seguito delle pequisizioni, gli agenti hanno sequestrato alcuni hard disk con diversi video. L'uomo è stato arrestato ed è finito ai domiciliari.

Come si legge su Repubblica:

Un arresto che arriva dopo tre anni dalla richiesta della procura. Il giudice delle indagini preliminari aveva infatti rigettato la richiesta di custodia cautelare dei pm ritenendo che le immagini non avessero un contenuto esplicito. Ma i giudici della Suprema Corte, a cui la procura si era rivolta, hanno ritenuto diversamente. E, adesso, gli investigatori della sezione reati sessuali della squadra mobile proseguiranno le indagini, sono stati già individuati alcuni dei bambini ritratti nelle immagini sequestrate al docente. Nei prossimi giorni, Adamo verrà interrogato dal gip.