Voleva somigliare agli attori di "Squadra Antimafia", ma alla fine ne è solo venuta fuori una mezza tragedia. A Chivasso, in provincia di Torino, un ragazzo di 20 anni giocava con la pistola in camera da letto e ha colpito con un colpo la ragazza che era con lui sul letto. Una ferita allo stomaco che l'ha costretta a un'operazione: per fortuna se l'è cavata con 60 giorni di prognosi.

Il gioco erotico tra fidanzato e fidanzata si è rivelato pericolosissimo. Come scrive "TgCom24", i due "stavano cercando di imitare la serie televisiva. Le indagini hanno permesso di rintracciare il ragazzo e di ritrovare la pistola, una beretta calibro 22, con relativo serbatoio contenente un proiettile dello stesso calibro e bossolo all’interno della canna, risultata rubata in provincia di Milano".

Quando il 118 ha prestato i primi soccorsi alla ragazza, ha chiamato la polizia. È stata proprio la ragazza a raccontare che non si sarebbe trattato né di un tentato omicidio né di un furto finito nel sangue, ma di un semplice gioco. Ciononostante, il 20enne dovrà rispondere di diverse accuse, tra cui lesioni personali colpose e detenzione illegale di arma. Durante la perquisizione gli hanno trovato anche 47 cartucce calibro 22 e 4 bossoli dello stesso calibro.