Gli animali domestici e la loro importanza, che assurge fino al ruolo di "membro della famiglia". È uno scenario ormai comune, sicuramente capillare. E alcune ricerche, ad esempio quello della "Kent State University" pubblicato sulla rivista "Veterinary Record", certificano questa realtà. Gli animali domestici sono talmente preziosi che se stanno molto male anche i loro amici umani sono più a rischio di stress e sintomi di depressione e ansia. 

I ricercatori hanno preso in esame 238 proprietari di cani e gatti, comparandone 119 con animali con malattie croniche o terminali con altri 119 con animali sani. I sintomi di stress, ansia e depressione sono stati misurati utilizzando scale di misura riconosciute e la qualità della vita è stata valutata tramite un questionario. I risultati hanno evidenziato un maggior stress e sintomi clinici significativi di depressione e ansia, oltre che una qualità di vita peggiore nei proprietari di animali con malattia cronica o terminale.

Secondo i ricercatori, quanto emerso dallo studio può aiutare i veterinari a capire e gestire in modo più efficace la cura degli animali malati. In buona sostanza, quindi, bisogna partire da principio per migliorare la vita del nostro cane o del nostro micio, perché qualche errore potrebbe riverberarsi su di noi. In altre parole, dunque, semplici comportamenti come scegliere le migliori cucce per gatti possono rivelarsi decisivi a tutto tondo.