Riserva Naturale Orientata di Pizzo Cane, Pizzo Trigna e Grotta Mazzamuto è una delle più importanti della provincia di Palermo. Torniamo ad occuparci delle spettacolari grotte siciliane e lo facciamo addentrandoci in questa riserva che ricade nei territori di Altavilla Milicia, Trabia, Ventimiglia di Sicilia, Caccamo, Baucina e Casteldaccia. Da sempre l’uomo trova riparo in antri e spelonche che, da abitazioni, sono diventate poi rifugio per greggi e animali.

La Grotta Mazzamuto si raggiunge da una stradina sulla SS 113, al km 234,5. Si tratta di un antro di notevoli dimensioni, di interesse storico e paleontologico, abitato dall’uomo fin dalla preistoria e con un ricco giacimento fossile, con resti di elefante nano e ippopotamo.

Tanti studiosi si sono interessati a questo luogo. Secondo il canonico Antonio Mongitore e anche secondo altri, questa è una di quelle grotte che in passato è stata abitata dai giganti. I reperti fossili dell’Elephas mnaidriensis, infatti, furono scambiati per ossa di giganteschi umanoidi. In particolare, un osso attirò l’attenzione degli studiosi: si trattava della cavità orbitaria dell’elefante siculo, parente di quello africano. Ecco, quell’osso venne scambiato per un orecchio di gigante. Soltanto negli anni Ottanta il professore Domenico Scinà svelò l’arcano.

Niente giganti, dunque, ma un gigantesco patrimonio naturalistico da scoprire e ammirare!

Articoli correlati