Come pulire le finestre al meglio e con il minimo sforzo possibile? Il sito "Fanpage" ha messo insieme alcuni consigli da non sottovalutare.

Aceto di vino bianco: è l’ingrediente naturale ideale per avere dei vetri brillanti a lungo. Ha un’azione disinfettante ed elimina i cattivi odori. Se i vetri non sono molto sporchi, può essere diluito con acqua e versato sulla zona da pulire con una bottiglietta spray.

Eliminare la polvere: è bene farlo con un panno morbido o con della carta assorbente. Bisogna iniziare sempre prima dall’alto e poi arrivare gradualmente nella parte bassa.

Prima i vetri interni: soltanto in un secondo momento è preferibile rimuovere la sporcizia da quelli esterni. Si può utilizzare la soluzione di acqua e aceto che deve essere strofinata energicamente con un panno asciutto. Per rimuovere le macchie più ostinate, si può ricorrere a di fogli di giornale o a della carta assorbente.

Velocità: è il segreto per pulire i vetri nel modo migliore. In questo modo infatti si evita la creazione degli aloni. Inoltre è meglio non pulire le finestre sotto la luce del sole poiché si asciugano più rapidamente, lasciando molte striature sulla superficie.

Asciugare con cura: un punto fondamentale. L’ideale è utilizzare un panno in microfibra: assorbirà il bagnato ed eliminerà gli aloni. In un batter d’occhio i vetri saranno splendenti.