Iddu” è il vulcano di Stromboli: da subito appena sbarcati si percepisce la “sua” presenza, del resto sull’isola non c’è modo di sfuggire al pensiero della sua inquietante imponenza. Il rapporto degli isolani con il vulcano è d’amore e di rispetto poiché ne riconoscono l’assoluta autorità. Si può dire che il vulcano di Stromboli e l’isola sono un tutt’uno e che gli abitanti ne sono gli amorevoli custodi.

La parola vulcano è pochissimo utilizzata dagli abitanti del luogo che invece preferiscono definirlo familiarmente “Iddu” (lui) come se fosse un componente della loro famiglia. Il colore grigio scuro, quello caratteristico della lava solidificata, predomina in tutta l’isola e nel borghetto marinaro edificato principalmente con materiali di origine vulcanica, la tinta cupa contrasta fortemente con il blu intenso del cielo e del mare. Il turismo nell’isola non è quasi mai caotico, e la vita scorre con ritmi lenti tipici dei luoghi incontaminati.

Stromboli, un’isola unica nel suo genere

Stromboli è un’isola che offre l’opportunità di vivere un’esperienza quasi unica nel suo genere e cioè quella di poter ammirare da vicino una delle più suggestive espressioni della potenza della natura. Quello di Stromboli è un vulcano in attività che non lascia mai il visitatore privo di immagini uniche ed irripetibili offerte dalle sempre diverse manifestazioni eruttive.

Da qualunque angolazione lo si guardi, dal mare, dall’osservatorio, dal Pizzo sopra la Fossa, è sempre uno spettacolo naturale meraviglioso. Il vulcano di Stromboli noto già dall’antichità per la sua ininterrotta attività eruttiva, è stato protagonista nel corso dei secoli anche di eventi tragici e distruttivi, tra i più recenti si pensi a quello verificatosi nel 2002 con il collasso di una parte della “sciara del fuoco” ed il conseguente maremoto, che ha interdetto per ben due anni la salita al cratere.

Recentemente grazie ad una nuova regolamentazione e riorganizzazione dei sentieri realizzata dall’Azienda Forestale Regionale e dalla Protezione Civile, è possibile effettuare escursioni più sicure accompagnati da guide esperte.

Tra tutte le escursioni la più suggestiva è senza dubbio quella della “scalata notturna al vulcano”, una visita guidata di una certa difficoltà fisica che pagherà ampiamente l’escursionista degli sforzi a fronte di uno “spettacolo pirotecnico” di ineguagliabile bellezza. La discesa dalla “sciara del fuoco” lascerà un ricordo indelebile per la sua unicità, ma non dimenticate di indossare una mascherina antipolvere!