Fortunata scoperta di un impiegato delle poste di 44 anni, che ha rinvenuto nella sua casa di Pordenone una polizza sulla vita stipulata dal nonno, morto durante la Seconda Guerra Mondiale. L'uomo stava rovistando tra alcuni vecchi cimeli di famiglia, quando ha scovato la polizza, dell'importo di mille lire, mai riscossa. Fatti i dovuti calcoli è emerso che oggi vale 495 mila euro, importo che l'assicurazione si rifiuta di pagare.

Secondo l'assicurazione, i termini decorrevano entro trent'anni, ipotesi negata dagli avvocati: "Al termine naturale stabilito per il rimborso vanno aggiunti i dieci anni di prescrizione ordinaria. I dieci anni non decorrono subito dal giorno successivo alla scadenza del trentesimo anno, ma da quando il titolare è in grado di far valere il proprio diritto”.