I costi extra per il roaming sono ufficialmente stati cancellati lo scorso 15 giugno. Occhio però: ci sono delle cose da sapere. Intanto il roaming a tariffa nazionale è fruibile in tutti e 28 i paesi dell'Ue: Austria, Belgio, Bulgaria, Croazia, Cipro, Danimarca, Estonia, Finlandia, Francia, Germania, Grecia, Irlanda, Italia, Lettonia, Lituania, Lussemburgo, Malta, Paesi Bassi, Polonia, Portogallo, Regno Unito (con Gibilterra), Repubblica Ceca, Romania, Slovacchia, Slovenia, Spagna, Svezia e Ungheria. Compresi anche i paesi dello spazio economico europeo, cioè Norvegia, Islanda e Liechtenstein.

Restano invece fuori, tra gli altri, Albania, Bosnia, Serbia e Montenegro, oltre a San Marino e Svizzera. Ed è qui che occorre fare molta attenzione: quando ci si trova in una zona di confine con l'Italia, infatti, lo smartphone potrebbe agganciare una cella straniera e continuare a scaricare dati al costo del classico roaming. A tal proposito, va detto che i provider di roaming dovrebbero sempre fornire agli utenti informazioni su come evitare il roaming involontario.

Attenzione, poi, alla connessione da una nave o da un traghetto in viaggio all'interno dell'Ue su fiumi, laghi o lungo la costa: in questo caso, la condizione essenziale affinché il costo rimanga quello del roaming a tariffa nazionale è che il telefonino sia connesso a una rete mobile terrestre. Le norme sul roaming nell'Ue non si applicano quando il servizio è fornito attraverso altri tipi di reti di trasmissione radio – ad esempio tramite sistemi satellitari a bordo di navi o aeromobili – e quindi i servizi non sono soggetti ai massimali tariffari europei vincolanti.

Se il proprio pacchetto nazionale di servizi mobili prevede un volume di dati illimitato, l'operatore è tenuto a fornire un volume consistente di dati con il roaming a tariffa nazionale a seconda del prezzo del pacchetto di servizi di mobili di cui si dispone. È bene ricordare che l'operatore è tenuto a fornire all'utente informazioni chiare su questo monte dati disponibile. Non saranno inoltre più consentite restrizioni sui volumi per le chiamate vocali e gli sms con i servizi di roaming. Ma attenzione: se il traffico di dati, le chiamate o gli sms in roaming superano quanto previsto dal monte dati, l'operatore potrebbe applicare un sovrapprezzo sul consumo. Nello specifico, 3,2 centesimi al minuto per ogni chiamata vocale effettuata (oltre iva), 1 centesimo per ogni sms (oltre iva), 7,7 euro per gb di dati (più iva) ossia meno di 1 centesimo per mb.