PALERMO – Un impiegato pubblico è stato denunciato dalla Polizia a Palermo. L'uomo, come riporta PalermoToday, non si sarebbe rassegnato alla conclusione di un pluridecennale rapporto di convivenza con la compagna. Dopo la separazione, avrebbe dato il via ad un'incalzante pressione fisica e psicologica, con costanti presenze sotto casa della donna. 

A rendere diversa questa vicenda di stalking è, tuttavia, una circostanza particolare: l'uomo metteva in atto i suoi comportamenti persecutori anche dopo aver timbrato il cartellino nell'ufficio pubblico dove lavora. Si tratta, quindi, di uno "stalker assenteista".

Ieri mattina è giunta al 113 la segnalazione di una donna che ha raccontato agli agenti della presenza del suo ex compagno sotto casa, circostanza non inedita e già denunciata in altre occasioni. Una pattuglia si è recata sul posto, ma l'uomo, nel frattempo, era tornato in ufficio. I poliziotti lo hanno trovato e interrogato in merito a ciò che aveva fatto nelle ultime ore: dopo aver tentennato, ha ammesso di essersi recato presso l'abitazione della ex compagna. I poliziotti sospettano che l'episodio di assenteismo non fosse isolato: sono in corso indagini.