Da una tragica morte si è accesa la speranza per nuove vite. Un terribile destino ha strappato alla vita la 23enne lentinese Jennifer Bonacia, scomparsa dopo essere stata sottoposta a un delicato intervento chirurgico eseguito al Policlinico di Catania. Era ricoverata da qualche giorno, a causa dell'aggravarsi della sua patologia. I genitori della ragazza hanno deciso di donare gli organi della giovane. Allo stesso tempo, però, chiedono risposte sulle cause della morte della figlia.

Ecco cosa si legge sulle pagine de La Sicilia:

Jenny, come la chiamavano gli amici, lottava da tempo contro il brutto male, che hanno spinto i genitori a farla sottoporre a visite specialistiche anche fuori dall’Italia. Una decina di giorni fa era stata ricoverata all’ospedale di Lentini perché accusava un forte, quanto persistente mal di testa.

Lunedì aveva fatto una visita specialistica al reparto di Otorino dello stesso ospedale per comprendere quale fosse l’origine del suo persistente malessere, che la debilitava e che preoccupava i suoi genitori.

Sabato, al manifestarsi di un nuovo violento malore, è stato deciso il ricovero al Policlinico di Catania dove, dopo una Tac, i sanitari hanno ritenuto necessario oltre che urgente sottoporre la ventitreenne lentinese a un delicato intervento chirurgico, che purtroppo, non ha dato gli effetti sperati essendo la ragazza morta in seguito a quell’operazione.

I genitori si sono rivolti alla magistratura per verificare se vi siano delle responsabilità personali nella morte della loro cara.