Una donna di 23 anni ha organizzato una festa per la nuova casa e qualche ora dopo rischia la pena di morte. È accaduto in India, nel villaggio di Mahad, dove Pradnya Survase si è messa ai fornelli per accogliere degli ospiti che però non hanno gradito la sua performance culinaria, prendendola in giro. E lei ha ucciso 5 persone, tra cui 4 minori tra i 7 e i 13 anni, dei 120 invitati al party, aggiungendo un pesticida alle pietanze. Altre 88 persone sono finite in ospedale.

Pradnya Survase avrebbe rischiato di uccidere anche il marito, le cognate, la suocera e la sorella di sua suocera, anche loro "colpevoli" di aver deriso le sue capacità culinarie.

La ragazza ha raccontato di essere vittima di vessazioni psicologiche da quando si è sposata, due anni fa. La sua famiglia, infatti, la ridicolizzava regolarmente per la sua carnagione scura e per le sue scarse doti culinarie. Survase è accusata di omicidio, tentato omicidio e cospirazione. Ora rischia la sentenza capitale.