Come ogni anno torna l'appuntamento con una ricorrenza molto triste, quella del 9 maggio a Cinisi, data nella quale ricorre l'anniversario dell'uccisione del giovane Peppino Impastato, ucciso dalla mafia palermitana a Cinisi, pochi giorni prima della sua candidatura al consiglio comunale della città. Correva l'anno 1963. 

Erano gli anni dei grandi fermenti sociali, delle rivoluzioni e dell'emancipazione, e il giovane Peppino nato da una famiglia mafiosa, insieme al fratello e agli amici, avevano creato un movimento di liberazione dal pensiero mafioso, che si era tradotto, nella realizzazione di una Radio, la famosa Radio Aut. 

E' attraverso questo canale, che Peppino Impastato smuoveva il parere dei residenti, burlandosi dei mafiosi in prossimità delle elezioni amministrative del comune di Cinisi, mortificando il potere mafioso, attaccando anche lo stesso padre, accusandolo di essere "un lecca culo" per una lotta alla mafia, non convenzionale, la stessa che opprimeva la bellissima città di Cinisi.

Peppino Impastato, divenne una voce scomoda, tanto da essere ucciso il 9 maggio a Cinisi, nei pressi della rotaie della vicina stazione ferroviaria. Il pensiero di Peppino Impastato, nonostante gli anni trascorsi, continua a camminare costante al fianco di tutti coloro che lottano contro la mafia. 

Le sue idee camminano ancora in Sicilia e in tutta Italia, dove la storia di Peppino ha fatto presto a girare, tanto da intitolare numerose aule consiliari, biblioteche e vie delle città proprio a lui, al suo impegno e al suo sacrificio.

Ecco una scena del celebre film che ritrai la vita di Peppino Impastato: 

Ogni anno, il 9 Maggio a Cinisi, l'amministrazione, crea numerosi eventi ed iniziative, in ricordo del cittadino eccellente che è passato alla storia. Grazie Peppino!