Alla scoperta dei luoghi siciliani.

Non si finisce mai di conoscere la Sicilia. In tutta l’Isola sono praticamente infinite le proposte per chi vuole organizzare un itinerario di scoperta, tra luoghi iconici e meno conosciuti. Dalle rinomate città d’arte ai borghi arroccati sulle montagne, c’è davvero l’imbarazzo della scelta. Oggi vogliamo visitare le piazze più belle della Sicilia: certo, fare una scelta non è facile, ma sappiamo che quelle che abbiamo scelto vi regaleranno grandi emozioni. Partiamo subito. La foto in evidenza è di Andrea Schaffer – (CC BY 2.0).

Le piazze più belle della Sicilia

Acireale: Piazza Duomo. Una gemma architettonica e cuore pulsante della città. Rappresenta il culmine di una storia che affonda le sue origini in un lontano passato. Pare infatti che il punto dove orge la piazza fosse il primissimo luogo in cui gli abitanti di Aquilia Nuova (antico nome della città) posero la loro residenza.

Acireale – Piazza Duomo e Basilica dei Santi Pietro e Paolo – Foto di Giuseppe Fusco

Caltanissetta: Piazza Garibaldi. È la principale piazza del centro storico, nonché la più importante di tutta la città. Si trova all’incrocio dei due principali assi del centro storico, Corso Vittorio Emanuele e Corso Umberto I. Ha la vaga forma di un quadrilatero con le misure di 40 m (lato ovest), 50 m (lato est), 40 m (lato nord) e 30 m (lato sud).

Caltanissetta – Piazza Garibaldi – Foto di Lillo Miccichè

Cefalù: Piazza Duomo. Iconica immagine della Sicilia, accoglie lo strepitoso Duomo che fa parte del Patrimonio dell’Umanità Unesco come parte dell’itinerario Arabo-Normanno.

Cefalù Piazza Duomo – Foto di Giuseppe Maggio

Corleone: Piazza Falcone e Borsellino. Una scelta insolita, dettata soprattutto dalla volontà di inserire nell’elenco anche un importante simbolo di legalità e di rinascita dei luoghi.

Corleone Piazza Falcone e Borsellino – Foto di Gino Di Leo

Mazara del Vallo: piazza Mokarta. Prende il nome da un generale arabo che nel 1075 assediò la città siciliana finché non venne sconfitto dalle forze di Ruggero I d’Altavilla. È dominata dall’Arco Normanno, porta d’ingresso dell’antico castello fatto erigere nel 1072 dallo stesso Ruggero in difesa della città. Al centro si trova una fontana e una scultura bronzea raffigurante dei mostri marini emergenti dalle acque, opera di Pietro Consagra.

Mazara del Vallo, Piazza Mokarta – Foto di Gianni Quinci

Messina: Piazza Duomo. Anche in questo caso, parliamo di una iconica immagine della Sicilia, presente in tantissime cartoline. La città dello Stretto racchiude una storia molto particolare, che trova grande espressione nella sua cattedrale e in questa piazza.

Messina piazza Duomo – Foto di Minodora Dinca

Taormina: Piazza IX Aprile. Il “salotto” più elegante della Perla dello Jonio, che ospita bar all’aperto ed artisti. Dalla balconata si ammira un magnifico panorama che abbraccia l’Etna, la baia di Naxos e i ruderi del teatro antico di Taormina. Si chiama così perché il 9 aprile del 1860, durante una messa nella cattedrale taorminese, si sparse la voce che Garibaldi era sbarcato a Marsala per cominciare dalla Sicilia la liberazione dai Borboni. La notizia si rivelò falsa.

Taormina: Piazza IX Aprile – Foto di Tiziana Pignatelli

Alcamo: Piazza Ciullo. Situata nel cuore del centro storico, rappresenta il punto di incontro e di richiamo in occasione di eventi importanti. Si racconta che un tempo fosse attraversata da un corso d’acqua.

Alcamo, piazza Ciullo – Foto di Mimmo Maniaci

Vittoria: Piazza del Popolo. Punto di riferimento della città, sia per giovani che per i più adulti. Ospita gli edifici cardine della città: il teatro comunale, costruito nel settecento e appunto di stile neoclassico, e la chiesa di Santa Maria delle Grazie, in stile tardo barocco.

Piazza del Popolo, Vittoria RG – Foto di Sefora Insaudo

Erice: Piazza della Loggia. Panorama caratteristico dello splendido borgo in provincia di Trapani, con la sua classica pavimentazione e i palazzetti bassi. Davvero suggestiva.

Piazza della Loggia – Erice – Foto di Francesco Alamia

Carini: Piazza del Duomo. Vi svetta la chiesa Matrice, il duomo della città e vi si affacciano anche l’oratorio della Compagnia del Santissimo Sacramento e la chiesa di San Vito.

Piazza di Carini – Foto di Mimmo Maniaci

Catania: Piazza Duomo. Accoglie i simboli del capoluogo Etneo, con l’immancabile “liotru”, cioè l’elefantino al centro. Spaziosa ed elegante, vi si affacciano nobili palazzi ed edifici di culto.

Piazza Duomo a Catania – Foto di Mimmo Maniaci

Siracusa: Piazza Duomo: ancora una volta, una delle immagini più iconiche della Sicilia. Viene considerata una delle piazze più belle d’Italia e non c’è da stupirsi. Candida e maestosa, è bella a ogni ora del giorno e della notte.

Piazza Duomo di Ortigia – Siracusa – Foto di Michele Ponzio

Palermo: Piazza Pretoria. Nel cuore del centro storico della città, accoglie la celebre Fontana della Vergona, oltre al Palazzo delle Aquile, sede del Municipio. È a due passi dai Quattro Canti e lascia ogni visitatore senza fiato.

Piazza Pretoria, Palermo – Foto di Mimmo Maniaci

Ragusa: Piazza San Giovanni. Vi svetta la celebre Cattedrale di San Giovanni, luogo-simbolo della città.

Ragusa – Piazza San Giovanni – Foto di Orazio Minnella

Fiumefreddo di Sicilia: Piazza del Bacio Sublime. Chiudiamo la rassegna delle piazze più belle della Sicilia con romanticismo, scegliendo una vera e propria chicca. Una piazza moderna e spettacolare.

Vista aerea della Piazza del Bacio Sublime a Fiumefreddo di Sicilia CT – Foto di Alessandro Grasso.

Articoli correlati