Sesso facile, birra e superalcolici tra minori: a Leonforte scatta il "coprifuoco" con un'ordinanza. Tutto si consuma soprattutto all'interno dei "circolini", espressione usata anche dal primo cittadino Francesco Sinatra, cioè le case sfitte utilizzate da tanti ragazzi per riunirsi in gruppo e sballarsi. Dovrebbe essere un passatempo innocuo, ma pare ci sia dietro molto altro. Un vero e proprio allarme quello lanciato dal sindaco:

C'è un disagio giovanile. Ne ho parlato – spiega Sinatra al Giornale di Sicilia – con il forum delle famiglie, perché è giusto che la smettano di voltarsi dall'altra parte, magari sperando che il ragazzo in questione sia il figlio di qualcun altro. E' giunto il momento di occuparci dei nostri figlie e lo dobbiamo fare seriamente.

Secondo Sinatra, genitori e nonni, probabilmente nella convinzione di fare il bene dei ragazzi, metterebbero loro a disposizione le vecchie abitazioni, soprattutto nel centro storico, per farli incontrare. Questi incontri, in realtà, si rivelerebbero occasione per uno sballo collettivo; e le case sono diventate "circolini". Secondo la Proloco, alcuni ragazzi sarebbero arrivati in ospedale in condizioni gravissime.

Fonte: Giornale di Sicilia