Alle 7.30 di 22 anni fa la mafia assassinava Libero Grassi, colpevole di aver detto no a testa alta alle richieste estorsive. Oggi i palermitani ricordano il suo coraggio. Per riempire il vuoto intorno all’imprenditore dopo gli atti di denuncia e prima della tragica morte.

[Continua la lettura dell’articolo]