Vicenda ai limiti del paradossale a Terni. Un anziano è stato sorpreso all'interno di un ufficio postale di Terni, oltre l'orario di chiusura, durante alcuni controlli antirapina. I poliziotti hanno trovato l'uomo, che si è giustificato dicendo di trovarsi lì per evitare la fila del mattino seguente. Nessun provvedimento è stato preso nei suoi confronti.

Secondo quanto riferito dalla Questura, nel corso del controllo è stato accertato che l'anziano, in stato confusionale, si era introdotto attraverso una porta d'ingresso risultata difettosa. Sul posto è intervenuto il direttore della filiale, che ha ripristinato la corretta funzionalità della porta.