CATANIA – Dalle prime ore del mattino è in corso a Catania un'imponente operazione del Comando Provinciale che vede impegnati oltre 300 carabinieri. I militari stanno passando al setaccio un intero agglomerato della periferia sud della città, il quartiere Librino, considerato il più redditizio mercato della droga.

Il blitz in esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare emessa dal Giudice per le Indagini Preliminari del Tribunale etneo, su richiesta della locale Direzione Distrettuale Antimafia, nei confronti di 33 persone per i reati di associazione mafiosa, armi e traffico di stupefacenti, ritenute appartenenti al gruppo dei Nizza della famiglia Santapaola, tra i più agguerriti e organizzati del panorama criminale catanese.

Il clan è capeggiato da Andrea Nizza, irreperibile dal dicembre 2014 e inserito nell’elenco dei "latitanti più pericolosi" del Ministero dell’Interno. Nel corso delle indagini, condotte dal Nucleo Investigativo dal 2014 al 2016, è stato sequestrato un arsenale costituito da oltre 50 armi, tra pistole, fucili e mitragliatrici, e sono state accertate le dinamiche del gruppo mafioso, soprattutto in relazione alla gestione di numerose piazze di spaccio cittadine.