PARTINICO (PALERMO) – Un bimbo perde i sensi in auto e viene salvato per miracolo da due autisti del 118. Un malore improvviso, con il bambino in preda alle convulsioni. La madre lo ha preso in braccio ed è partita con la sua auto per una corsa disperata verso l'ospedale. Nel viaggio tra Terrasini e Partinico, in provincia di Palermo, il piccolo ha perso conoscenza. La donna ha chiamato il 118 nel panico e solo le preziose indicazioni dell'infermiere al telefono e l'arrivo tempestivo di due autisti soccorritori hanno evitato la tragedia.

Il bambino, di Terrasini come la sua mamma, deve la vita all'infermiere Marcello D'Aleo, che al telefono è riuscito nella non facile impresa di far mantenere la calma alla donna e le ha fornito tutte le indicazioni per raggiungere nel modo più rapido possibile il pronto soccorso.

Nel frattempo, la centrale ha messo in allerta l'ospedale di Partinico, da cui è partita l'ambulanza con i due autisti soccorritori. In appena un minuto e mezzo, racconta "LiveSicilia", Antonio Ferraguto e Antonino Speciale sono riusciti a rintracciare l'auto in cui si trovava il bambino, già entrato in coma. Uno di loro si è messo alla guida, l'altro ha effettuato le manovre per permettere al piccolo di ricominciare a respirare. Pochi secondi potevano essere fatali, ma il piccolo, grazie alla velocità dell'intervento, si è salvato. Adesso, per fortuna, è fuori pericolo.