A due imprenditori vicini a Cosa Nostra vengono sottratti beni dal volore di 4milioni di euro.

Più precisamente l'operazione riguarda conifsche definitive di averi precendentemene sequestrati e ulteriori beni individuati con indagini patrimoniali. E così, in collaborazione con il Centro Operativo di Catania, la DIA sequestra attività commerciali, turistiche e agricole, sorte nei territori dei comuni di Letojanni e Barcellona Pozzo di Gotto (in provincia di Messina).

Secondo la Direzione Investigativa Antimafia di Messina, tali attività sarebbero riconducibili a Concetto Bucceri e Salvatore di Salvo (detto “Sam l'Americano”), ovvero due imprenditori “vicini” ai clan catanese dei Santapaola e messinese dei Barcellonesi.

Stando alle indagini, Bucceri e Di Salvo avrebbero schermato inoltre organismi societari operanti nel settore delle commesse pubbliche (con un fatturato non indifferente).

In particolare, la DIA sequestra un'impresa di costruzioni, opere di ingegneria civile, un fabbricato nel Comune di Gallodoro, rapporti finanziari, una società di Barcellona Pozzo di Gotto attiva nell'ambito dell'edilizia e dell'abbigliamento, diversi autoveicoli, un rimorchio ed un trattore.