Terribile accusa per una donna di 26 anni, Shakayla Denson, che avrebbe ucciso la sua bimba di quattro anni lanciandola giù da un ponte, in un fiume, in Florida. La bimba è morta annegata. Il corpo è stato rinvenuto dai sommozzatori, nel fiume Hillsborough, dopo le prime segnalazioni. Alcuni testimoni hanno raccontato di aver visto la donna lanciare poco prima la figlioletta. Adesso la 26enne si trova in carcere e deve rispondere di omicidio di primo grado.

«È una scena folle, le persone che ci hanno contattato sono scioccate. Stiamo ancora cercando di mettere insieme molti dei pezzi. La mamma è in stato di detenzione e in questo momento stiamo cercando di ottenere delle risposte», ha detto il capo della polizia di Tampa, Brian Dugan, in una dichiarazione a WSVN riportata dal Daily Mail.

Nove mesi fa la donna aveva creato una pagina web, chiedendo donazioni per la figlia, che soffriva di un disturbo autistico. «Il mio obiettivo è quello di iniziare a risparmiare per le apparecchiature per la terapia, e anche per il futuro di mia figlia –  si legge sulla pagina. – Voglio cercare di mettermi in contatto con altre persone che soffrono di autismo e mi piacerebbe dare loro strategie e risorse che ho imparato».