Aveva manomesso il contatore del suo albergo e della sua abitazione per risparmiare sulle bollette, ma è stato scoperto e fermato dai carabinieri. Il controllo è scattato su segnalazione dell'Enel e l'uomo, titolare dell'hotel Messina, è stato arrestato per furto di energia elettrica. I tecnici hanno riscontrato una manomissione del contatore che registrava solo il 64% dei consumi effettivi non soltanto dell'albergo, ma anche dell'abitazione.

Su disposizione dell'autorità giudiziaria, il titolare ha atteso ai domiciliari il rito diretissimo, che si è concluso – come riportato dai carabinieri in una nota – con la convalida dell'arresto e l'immediata scarcerazione avendo richiesto i termini a difesa.