Mario Balotelli, biografia, carriera e curiosità sul calciatore. Quali sono le sue origini, dove ha studiato, come si chiama e la vita privata. Tutto quello che c’è da sapere.

Mario Balotelli

Nasce a Palermo, nel quartiere di Borgo Nuovo, il 12 agosto del 1990, con il nome di Mario Barwuah. I genitori sono Thomas e Rose Barwuah, entrambi di origini ghanesi. Poco dopo la nascita, si trasferiscono a Bagnolo Mella, in provincia di Brescia. Nei primi anni di vita, Mario viene sottoposto ad alcuni interventi per gravi problemi intestinali.

Le sue condizioni migliorano alla fine del 1992, ma i problemi di salute e le difficoltà economiche spingono i genitori naturali a chiedere l’aiuto dei servizi sociali. Nel 1993 Mario Balotelli è affidato dal tribunale per i minori alla famiglia di cui prenderà il cognome, in provincia di Brescia.

L’affido alla famiglia Balotelli

In un primo momento sta con i Balotelli solo durante la settimana, ma poi si trasferisce definitivamente a casa loro. Cresce insieme ai tre figli della coppia, due maschi e una femmina. I due fratelli maggiori sono Giovanni e Corrado: aiutano i genitori a prendersi cura di lui e lo seguono nell’attività di calciatore. La mamma adottiva si chiama Silvia, mentre la sorella, Cristina Balotelli, è giornalista per Il Sole 24 Ore e inviata di Radio 24. Ha anche tre fratelli naturali: Enock, calciatore dilettante, Abigail e Angel Barwuah.

Per ottenere la cittadinanza italiana, Mario Balotelli ha dovuto attendere il compimento del 18esimo anno di età: il suo affido, infatti, non era stato convertito in adozione. Nell’agosto del 2008, durante una cerimonia ufficiale, ha detto: «Sono italiano, mi sento italiano, giocherò sempre con la Nazionale italiana».

Mario si diploma nel luglio del 201o. Nel 2012 ha la prima figlia, che nasce dalla relazione con Raffaella Fico. La riconosce nel febbraio del 2014. Diventa nuovamente padre nel 2017.

La rivista Time lo inserisce nel 2013 nella lista del 100 uomini più influenti al mondo. Sports Illustrated gli dedica una copertina nel 2013, definendolo “The Most Interesting Man in the World” (l’uomo più interessante al mondo). Le sue imprese sul campo da gioco e nella vita privata sono definite “balotellate” in modo ironico: il neologismo è stato inserito anche nel vocabolario Treccani.

Mario Balotelli calciatore

Sul campo da gioco il suo soprannome è Super Mario. Tra le caratteristiche che gli vengono riconosciute, ci sono classe, dribbling, resistenza allo sforzo e potenza di tiro con entrambi i piedi, sebbene prediliga il destro. Gioca in vari ruoli sul fronte offensivo, non solo come centravanti o seconda punta, ma anche come attaccante esterno.

Abile di testa e nella protezione della palla, riesce molto bene nei calci piazzati, quindi sia come rigorista che nelle punizioni. In giovane età era considerato uno dei talenti più promettenti al mondo.

Mario Balotelli inizia a giocare all’età di 7 anni, con la squadra dell’U.S.O. San Bartolomeo, ma dopo 3 mesi viene ceduto all’U.S. Oratorio Mompiano. Nel 2001 approda al settore giovanile del Lumezzane e il 2 aprile 2006, non ancora sedicenne, esordisce con la prima squadra in Serie C1 nell’incontro Padova-Lumezzane.

Si trasferisce in prestito all’Inter, aggregato alla squadra Primavera. Nella stagione 2007-2008 è aggregato alla prima squadra. Nel mese di dicembre del 2007, a 17 anni, esordisce in Serie A. Chiude l’esperienza all’Inter dopo 86 partite, 28 gol e 6 trofei (3 campionati, 1 Coppa Italia, 1 Supercoppa italiana e 1 Champions League).

Il 13 agosto 2010 diventa ufficiale il trasferimento di Mario Balotelli al Manchester City. Nel gennaio del 2013 passa al Milan. Lo acquista nel 2014 il Liverpool. A circa un anno esatto dal suo passaggio al Liverpool, ritorna in prestito al Milan fino al 30 giugno 2016. A fine stagione il Milan non lo riscatta e lui fa quindi ritorno al Liverpool.

Nell’agosto del 2016 viene acquistato a titolo definitivo dal Nizza, e vi rimane fino al trasferimento all’Olympique Marsiglia, nel 2019. Ad agosto, nello stesso anno, passa al Brescia quindi, dopo un periodo di tempo trascorso come svincolato, firma nel dicembre del 2020 con il Monza, in Serie B. Il 7 luglio 2021 passa ai turchi  dell’Adana Demirspor, firmando un contratto triennale.

Le convocazioni in Nazionale

Mario Balotelli riceve la prima convocazione internazionale da parte del Ghana nell’agosto del 2007, per una partita amichevole contro il Senegal. Vi rinuncia, dichiarando di non volersi precludere la possibilità di vestire la maglia della Nazionale italiana. Poche settimane dopo aver compiuto 18 anni, viene convocato da Pierluigi Casiraghi per l’Under-21. È convocato anche per gli Europei Under-21 2009 in Svezia.

Convocato da Cesare Prandelli, esordisce in Nazionale il 10 agosto 2010. Viene convocato per l’Europeo 2012, e per la Confederations Cup 2013. Nel giugno del 2014 esordisce nel Mondiale 2014.

Il CT Antonio Conte viene lo convoca unicamente nel novembre 2014, in vista della partita di qualificazione contro la Croazia, alla quale non partecipa lasciando in anticipo il ritiro per un infortunio.

Torna tra i convocati della Nazionale nel 2018,  chiamato dal CT Roberto Mancini. Il 24 gennaio 2022, a distanza di oltre tre anni dall’ultima volta, viene convocato da Mancini per uno stage in vista dei playoff per la qualificazione al Campionato del Mondo 2022. Foto: Nazionale CalcioLicenza.

logo-img
La redazione di siciliafan.it si impegna contro la divulgazione di fake news. La veridicità delle informazioni riportate su siciliafan.it viene preventivamente verificata tramite la consultazione di altre fonti.
Questo articolo è stato verificato con:
    Chiedi la correzione di questo articoloValuta il titolo di questa notizia

    Articoli correlati