Le mascherine Ffp3 si producono in Sicilia.

  • Il primo impianto del Sud Italia di Ffp3 si trova a Carini, nel Palermitano.
  • È entrato in piena produzione, proprio alla vigilia di un momento molto delicato dell’emergenza Covid-19.
  • Fa parte del Polo MihS-Industrie Meccatronica Sicilia.

È entrato in produzione il primo impianto nel Sud Italia di mascherine Ffp3, che si trova in Sicilia. L’attività è stata avviata in un periodo molto delicato dell’emergenza Coronavirus. L’impianto è a Carini (Palermo), nell’area che un tempo era dell’ex Keller e in cui si produceva materiale rotabile. Adesso è stata rilevata dal gruppo Montalbano, che fa parte del Polo MihS-Industrie Meccatronica Sicilia, la newco costituita all’interno del Distretto per supportare le forniture ‘made in Sicily’ dell’intera filiera sanitaria di dispositivi di protezione e sicurezza anti-Covid.

Ne fanno parte, oltre a Montalbano, l’azienda Puleo di Marsala e la Hotaly dell’area industriale di Catania. Le mascherine Ffp3 hanno ottenuto la certificazione dall’Inail: le linee, già pronte da qualche mese, stanno producendo a regime. Gli impianti hanno una capacità produttiva di 20 mila pezzi al giorno. Le Ffp2 filtrano almeno il 94% delle particelle che si trovano nell’aria, mentre le Ffp3 hanno una capacità filtrante del 99%.

“È un’altra scommessa vinta, il Polo MihS rappresenta un fiore all’occhiello nel panorama industriale del Paese e con un valore aggiunto altissimo, considerando che è nato in una terra bellissima, come la nostra Sicilia, ma complicata per tanti –
dice Antonello Mineo, presidente di Meccatronica Sicilia – Pur tra mille ostacoli e nel pieno di una crisi economica profonda e senza precedenti, le imprese stanno continuando a investire credendo fermamente sulla necessità di produrre dispositivi di sicurezza all’altezza proprio nella fase in cui si parla della terza ondata di Covid”.

Articoli correlati