I mostaccioli al sapore di carruba

  • Mastazzola di Riesi, ricetta siciliana e curiosità.
  • Questi biscotti sono unici nel loro genere e si differenziano dagli altri mastazzoli.
  • Ecco come si fanno in casa: ingredienti e procedimento.

Uno degli aspetti più interessanti della cucina siciliana è la capacità di utilizzare un solo termine per indicare più di una ricetta. Prendete, ad esempio, i termini mostacciòli o mostazzòli (con tutte le loro varianti). Questi dolcetti sono molto diffusi in tante località e hanno un’origine antica. Il nome deriva dal latino “mustaceum”, relativo a una focaccia dolce tra i cui ingredienti figurava il mosto d’uva, cotta sopra foglie di alloro. In Sicilia gli ingredienti e la consistenza dei mostaccioli variano da una provincia all’altra e quelli di cui vogliamo parlarvi oggi sono unici per più di un motivo.

I Mastazzola di Riesi hanno dei decori romboidali (di probabile derivazione “ancestrale”), ma sono diversi da tutti gli altri, perché includono le carrube, in forma di sciroppo. Si preparano anche con grano duro, cannella, chiodi di garofano, mandorle, scorze d’arancia e alloro. L’alloro, in particolare, è un evidente richiamo alla tradizione del mustaceum romani. Le carrube sono ricche di proteine, vitamine e minerali. Sono molto importanti nella dieta mediterranea, ma anche intesi come rimedio naturale.

L’origine di questi dolci di Riesi si collega alla fondazione della città, avvenuta nel 1647. Un territorio caratterizzato per le miniere di zolfo, che attirarono dal XVIII secolo la manodopera delle zone limitrofe. I lavoratori della provincia di Ragusa avrebbero portato i dolci con sé, magari sostituendo il vino cotto (tipico dei mostaccioli) con le carrube. Oggi si preparano in occasione di alcune festività, ma si trovano in pasticcerie e panifici locali. Vediamo insieme come si cucinano, con la ricetta tradizionale. Questi Mastazzola sono un Presidio Slow Food.

Ricetta Mastazzola di Riesi

Ingredienti

  • 300 g circa di farina di grano duro;
  • 250 g di zucchero;
  • 450 g di sciroppo di carrube;
  • 150 g di mandorle tostate;
  • Chiodi di garofano;
  • Cannella in polvere;
  • Scorze d’arancia a pezzetti;
  • Foglie di alloro.

Procedimento

  1. Per fare i Mastazzola di Riesi, dovete anzitutto fare sciogliere lo zucchero nello sciroppo di carrube, in un pentolino, a fuoco lento.
  2. Aggiungete man mano gli altri ingredienti e incorporate la farina quanta ne occorre per ottenere un impasto asciutto e compatto.
  3. Lavorate l’impasto con le mani, fino ad ottenere un lungo cilindro.
  4. Ricavate i biscotti, che modellerete con la forma di un rombo.
  5. Cuocete, quindi, i dolcetti in forno preriscaldato a 220° per 10-15 minuti.

Buon appetito! – Foto: slgckgcLicenza.

logo-img
La redazione di siciliafan.it si impegna contro la divulgazione di fake news. La veridicità delle informazioni riportate su siciliafan.it viene preventivamente verificata tramite la consultazione di altre fonti.
Questo articolo è stato verificato con:
    Chiedi la correzione di questo articoloValuta il titolo di questa notizia

    Articoli correlati