Un caldo da record, come non capitava da un secolo e mezzo. Stando a quanto sottolineano gli esperti de "Ilmeteo.it", le temperature toccheranno o sfioreranno i 40° e giugno 2017 diventerà il più caldo mai registrato da 150 anni a questa parte, cioè da quando si effettuano le rivelazioni.

Da domani, 24 giugno, l'anticiclone Giuda lascerà il posto all'infuocato Caronte, con temperature in salita. Sabato "il caldo si farà sentire soprattutto al Nord dove i valori termici saranno in crescita costante fino a raggiungere i 38/40° nel corso del weekend. La zona più bollente sarà la Pianura Padana, difficile dire dove si toccheranno i picchi di calore, che in alcune zone, come tra il Modenese, il Mantovano e il Ferrarese occidentale potrebbero superare i 40°".

Un po' meglio la situazione nelle regioni centrali dove "farà un po' meno caldo rispetto al Nord. I valori nelle città principali toccheranno i 33/34°, ma sulle Marche, specie tra Pesarese e Anconetano potrebbero salire sopra i 36/37°". Le regioni meridionali "misureranno valori meno caldi rispetto al Nord, eccetto sul Foggiano dove i 37/38° saranno all'ordine del giorno. Altrove le temperature si manterranno al di sotto dei 34/36°". Ma attenzione a fine mese quando "il Sud Italia galopperà verso temperature vicine ai 44°".

FOTO DI REPERTORIO