Giorni della Merla, stanno per arrivare i giorni più freddi dell’anno. Cosa ci attende in Sicilia nelle giornate del 29, 30 e 31 gennaio? Quest’anno, secondo gli esperti, ci sono novità interessanti. Non sempre la tradizione trova una conferma: scopriamo insieme se ci riuscirà nel 2022.

Giorni della Merla: cosa dice la leggenda

Il mese di gennaio procede rapidamente, nel segno di un inverno in piena regola. Non si può dire che manchino le giornate fredde, con temperature che rispettano a pieno la tendenza di questo periodo dell’anno. É tradizione che, nei giorni del 29, 30 e 31 gennaio, si presenti proprio il periodo più gelido.

Sono i cosiddetti Giorni delle Merla. Devono questa denominazione da una merla bianca, che trovò rifugio dentro un camino per sfuggire al gelo. Quando uscì dal comignolo, dopo tre giorni, era completamente nera. Da quel momento tutti  merli sono neri, ma la leggenda non si esaurisce soltanto così.

Si dice anche che proprio queste tre giornate di fine mese siano in grado di prevedere l’andamento delle stagioni successive. Sapete in che modo? Qualora i “fatidici” 3 giorni siano freddi, allora la primavera sarà calda e soleggiata. In caso contrario, la stagione più mite tarderà un po’ a manifestarsi.

Ora che sappiamo cosa dice la tradizione, possiamo approfondire un po’ le previsioni del meteo in Sicilia per la fine di gennaio. Stando alle prime anticipazioni, la tradizione dei giorni più freddi potrebbe essere confermata. In Italia, infatti, potrebbe arrivare una potente discesa di aria artica.

Il meteo per la fine di gennaio

Ovviamente mancano ancora diversi giorni, ma potrebbero già esserci le basi per un’evoluzione, in arrivo proprio nei Giorni della Merla. I meteorologi si concentrano in particolare su due fenomeni. Da una parte c’è una vastissima area di alta pressione, concentrata sulla Penisola Iberica, sulle Isole Britanniche e sulla Francia.

Dall’altra, invece, c’è una profonda depressione che discende dalla Russia. Proprio questa depressione ha la capacità di richiamare correnti molto fredde di origine artica, che arrivano direttamente dal Polo Nord.

Entro il 31 gennaio questa potente massa d’aria dovrebbe muoversi verso il bacino del Mediterraneo. Si innescherebbe, così, una tempesta che potrebbe colpire buona parte delle regioni del Centro-Sud. Con una evoluzione di questo tipo, non si escluderebbero le nevicate a quote molto basse.

Ovviamente si tratta di un quadro in evoluzione, perché dipenderà tutto dalla direzione che prenderanno le correnti più fredde. Di certo c’è che, facendo i conti con dei Giorni della Merla “come si deve”, avremo la previsione di una primavera calda e soleggiata! Stringere un po’ di più i denti adesso, in fondo, avrebbe un bel risvolto positivo.

logo-img
La redazione di siciliafan.it si impegna contro la divulgazione di fake news. La veridicità delle informazioni riportate su siciliafan.it viene preventivamente verificata tramite la consultazione di altre fonti.
Questo articolo è stato verificato con:
    Chiedi la correzione di questo articoloValuta il titolo di questa notizia

    Articoli correlati