La Chiesa di San Domenico di Castelvetrano, definita la Sistina di Sicilia, svela un nuovo tesoro. Si tratta del dipinto raffigurante la “Deposizione di Gesù“, sito nella Cappella del Crocifisso del prezioso edificio sacro in provincia di Trapani.

Il dipinto trovato per caso nella Sistina di Sicilia

Un nuovo dipinto, raffigurante la Deposizione di Gesù, è stato svelato nella Cappella del Crocifisso della chiesa di San Domenico a Castelvetrano. L’affresco era nascosto dietro ad una tavola di legno che copriva l’altare. É stato un muratore impegnato nel recupero di un intonaco a spostare casualmente la tavola e ad accorgersi della splendida opera d’arte.

Il dipinto dentro la Sistina di Sicilia è stato restaurato da Michele Sottile. La datazione si localizza intorno agli inizi del Seicento, ma non è escluso, che possa essere di fattura della famiglia Ferraro. Antonio fu autore dei preziosissimi stucchi della chiesa che, grazie alla magnificenza dei suoi decori, è stata paragonata alla celeberrima Cappella di Città del Vaticano.

Il figlio di Antonio, Orazio, ha vissuto sino al 1643 a Castelvetrano. Gli esperti ipotizzano che a realizzarlo sarebbe stato proprio il figlio. Dato che nel dipinto non riporta alcuna firma, non esistono conferme in tal senso. Per avviare i lavori di restauro è stato necessario l’ok della Soprintendenza ai beni culturali di Trapani.

Chiesa di San Domenico di Castelvetrano, trionfo di bellezze

La chiesa di San Domenico e l’adiacente convento dei predicatori costituiscono un unico aggregato monumentale. Questo prezioso luogo di culto si trova in piazza Regina Margherita, a Castelvetrano (Trapani).

Vista la ricchezza dei decori e delle opere d’arte al suo interno, vanta il titolo di Cappella Sistina della Sicilia. L’aggregato monumentale è edificato nel 1470. Questa data è emersa da una primitiva iscrizione, non più esistente, documentata sulla porta d’ingresso.

Il 20 aprile del 1487 papa Innocenzo VIII concesse a Nino III Tagliavia il permesso di edificare un convento domenicano adiacente alla Cappella di Santa Maria di Gesù. Era un primitivo insediamento francescano ancor prima dell’avvento dei domenicani. La presenza dei frati domenicani a Castelvetrano risale al 1470 per volere di Antonio Tagliavia presso la chiesa francescana di Santa Maria di Gesù. Foto: Davide MauroLicenza.

logo-img
La redazione di siciliafan.it si impegna contro la divulgazione di fake news. La veridicità delle informazioni riportate su siciliafan.it viene preventivamente verificata tramite la consultazione di altre fonti.
Questo articolo è stato verificato con:
    Chiedi la correzione di questo articoloValuta il titolo di questa notizia

    Articoli correlati