Era rimasto terribilmente sfigurato dopo aver cercato di salvare una donna in un incendio: il tetto della casa in fiamme era crollato e il fuoco aveva danneggiato il suo viso. Patrick Hardison, pompiere americano di 41 anni, si è sottoposto a quello che è stato presentato come il più esteso trapianto di faccia mai eseguito ed ha un volto nuovo. L'intervento ha incluso l'intero scalpo, le orecchie e le ciglia. L'operazione, effettuata dal chirurgo plastico Eduardo Rodriguez, è durata 26 ore.

Negli anni, il paziente è stato sottoposto a 71 interventi di chirurgia plastica ed è diventato dipendente dagli antidolorifici. Il donatore è un giovane di 26 anni, morto in un incidente. Secondo Rodriguez, "Il quantitativo di tessuto trapiantato a Patrick non è mai stato impiantato prima. Sta andando molto bene", nonostante siano passati solo 90 giorni dall'intervento. Il cammino da percorrere è ancora lungo.

Hardison aveva una probabilità di sopravvivere del 50%, ma ha scelto di correre il rischio: "Ho pregato tutti i giorni per avere questa opportunità e Dio mi ha aiutato. I bambini scappavano e piangevano quando mi vedevano, ci sono cose peggiori di morire. Mi hanno dato un volto nuovo, mi hanno dato una nuova vita". Il paziente si sta riprendendo, ma dovrà assumere farmaci immunosoppressori per tutta la vita: i problemi principali sono il rigetto dei tessuto, il rischio di infezioni e il generale indebolimento di muscoli e ossa