PALERMO – Nuovi aggiornamenti sul caso della neonata gettata in un cassonetto lo scorso 24 novembre: è fissato per il prossimo lunedì, alle ore 10, l'incidente probatorio per assegnare formalmente l'incarico di effettuare, come richiesto da difesa e pm, una perizia psichiatrica su Valentina Pilato, la mamma della piccola.

La 30enne, che secondo l'accusa avrebbe gettato la figlia appena nata in un cassonetto in via Di Giorgi, si trova adesso in una casa famiglia dove è supportata specialmente da un punto di vista psicologico. Nei giorni successivi alla tragedia, la donna ha incontrato più volte il marito ed i figli – che hanno 2, 6 e 8 anni – oltre a diversi componenti della famiglia.

Sono ancora molte le perplessità riguardo quel giorno: subito dopo il parto, Valentina Pilato ha lasciato la figlia appena nata dentro un cassonetto dei rifiuti, chiusa dentro un borsone. Per fare ulteriore chiarezza sulla vicenda, potrebbe giocare un ruolo fondamentale l'esito dell'autopsia, che tuttavia arriverà soltanto tra qualche settimana.