"Il ministro della Giustizia Orlando ha mandato degli ispettori perché sarebbero state accertate delle condotte abnormi: questo fatto è di una gravità inaudita, perché sono delle violenze e delle morti evitabili se così è". A parlare, dai microfoni del programma "Agorà" in onda su Rai 3, è l'avvocato Giulia Bongiorno, 53enne originaria di Palermo, la quale ha confermato di rappresentare la famiglia di Noemi Durini.

Ancora il legale: "Questa vicenda avrà due aspetti: l'aspetto della responsabilità dell'autore e l'aspetto della verifica di eventuali omissioni di coloro che pur avendo una mano la richiesta di aiuto della mamma non hanno fatto nulla. Nei prossimi giorni vedrò la madre di Noemi, che in questa vicenda in realtà si staglia come figura che aveva intuito con grande nitidezza la pericolosità. La mamma mi ha raccontato di quelli che sono stati i suoi tentativi di ottenere aiuto da parte dell'autorità giudiziaria e del fatto che non ha mai avuto nessun tipo di aiuto e di collaborazione. Ci sono delle denunce".