Scoperto un nuovo sistema, particolarmente complesso e molto efficace, per truffare ignari correntisti al bancomat. Grazie alle indagini della Polizia Postale, un napoletano di 45 anni è stato arrestato e un suo complice è attualmente ricercato. Da giorni erano stati denunciati diversi casi di operazioni illecite su carte di crodito o di furto delle carte stesse.

Quando il cliente usciva dalla stanza del prelievo, per accedere alla quale è necessario inserire la carta per entrare e premere un pulsante per uscire, si trovava davanti un altro lettore magnetico dove inserire la carta. In realtà quel secondo lettore era stato inserito dai truffatori e restituiva alle vittime un'altra carta, simile nell'aspetto, trattenendo però l'originale.

Grazie a una telecamera installata sopra lo sportello veniva carpito il pin, per effettuare prelievi anche per migliaia di euro. I clienti si accorgevano spesso delle frode soltanto qualche ora dopo. La porta della stanza veniva aperta dai truffatori tramite un telecomando.