L‘artista Igor Scalisi Palminteri ha realizzato il murale “Ora ti passa” nel quartiere Albergheria di Palermo. Il nuovo dipinto, finanziato dal Distretto Rotary 2110 Sicilia e Malta e dall’organizzazione di volontariato l’Arte di Crescere, è sul sul muro dell’Ospedale dei Bambini “G. Di Cristina”.

“Ora ti passa”, il nuovo murale a Palermo

L’opera raffigura un medico donna, con indosso lo stetoscopio, alla quale un bambino sta applicando un cerotto sulla fronte, ribaltando così i ruoli di dottore e paziente: “Questo messaggio vuole essere la metafora della nostra società, i bambini ci possono guarire e noi adulti dobbiamo lasciarglielo fare, il nostro compito è far sì che i bambini possano prendersi cura di questa società, sia nelle azioni quotidiane che nelle situazioni straordinarie”, spiega l’autore.

Il murale di Igor Scalisi Palminteri all’Ospedale dei Bambini di Palermo è finanziato dal Distretto Rotary 2110 Sicilia e Malta e dall’organizzazione di volontariato l’Arte di crescere. È stato realizzato con i materiali messi a disposizione da LevantinoGroup e colorificio Di Maria e grazie al Cesvop in rete con le associazioni People Help The People e Diabetici Vincenzo Castelli.

"Ora ti passa" di Igor Scalisi Palminteri

“Ora ti passa” di Igor Scalisi Palminteri

Il significato dell’opera

Il titolo dell’opera è evocativo di una cura professionale e allo stesso tempo materna che l’ospedale Di Cristina, immerso nel popolare quartiere dell’Albergheria, rappresenta nel suo essere presidio pediatrico sanitario. “Nel concepire l’opera ho sentito da subito la responsabilità di raccontare i bambini che vivono la sofferenza, i genitori che li accompagnano e soffrono con loro, e gli operatori, medici e infermieri, che se ne prendono cura”, dice Igor Scalisi Palminteri.

“Il sottotesto del dipinto è la sofferenza, ma sublimata da quella frase, ‘‘Ora ti passa”. appunto, che mi ripeteva sempre mia madre da bambino quando stavo male e che, pur non essendo una ”medicina ufficiale” è in qualche modo propiziatoria e di buon auspicio“.

Ma i significati sottesi del dipinto sono tanti, ogni particolare è stato studiato per dare forza a un messaggio che si rivolge idealmente a tutta la comunità del quartiere e a tutta la città: “Il fondo aureo come in altri lavori che ho realizzato – aggiunge Igor Scalisi Palminteri – vuole sottolineare che questo è uno spazio sacro, non solo perché c’è un ospedale ma anche per la presenza di una comunità della quale dobbiamo prenderci cura”.

"Ora ti passa" di Igor Scalisi Palminteri

“Ora ti passa” di Igor Scalisi Palminteri

Chi ritrae il murale

A “prestare” i volti ai soggetti dell’opera pittorica sono la dottoressa Emanuela Petrona Baviera e il figlio: “Igor – spiega il medico – è un carissimo amico ed è anche un mio paziente. Ciò lo rende più che amico, perché io ho mandato di prendermi cura di lui. Per questo avrà pensato a me come medico da raffigurare in questo progetto: medico e mamma, una mamma-medico che si lascia curare dal suo bambino-paziente”.

Questa è la medicina che amiamo, un meraviglioso gioco di parti in cui siamo curati dai nostri pazienti e di loro ci prendiamo cura. L’augurio a questo ospedale e alla mia città è che mai a una bambina, o a un bambino (ma neanche ai genitori, zii e nonni), vengano negate le cure che occorrono, perché la salute è un diritto di tutti, inviolabile“, conclude la dottoressa.

“Ora ti passa” è soltanto il primo dei lavori di questo tipo effettuato all’Ospedale dei Bambini. È infatti in programma l’esecuzione di un secondo dipinto che sarà realizzato dall’artista Antonio Carlotta con la partecipazione dei bambini pazienti dell’ospedale.

“L’intervento pittorico che andremo a fare – spiega – nasce da un confronto con le associazioni e l’azienda ospedaliera. Proprio dal Di Cristina nasce l’idea di inserire il Leo bibens, nel rappresentare il senso di guarigione e di vigoria giovanile. Dopo, in linea con la mia idea di stile e appartenenza, sono stati inseriti dei decori siciliani in chiave moderna, in modo da poter fare dipingere con semplicità i bambini”.

logo-img
La redazione di siciliafan.it si impegna contro la divulgazione di fake news. La veridicità delle informazioni riportate su siciliafan.it viene preventivamente verificata tramite la consultazione di altre fonti.
Questo articolo è stato verificato con:
    Chiedi la correzione di questo articoloValuta il titolo di questa notizia

    Articoli correlati