01Come dimenticare “It”? Il noto libro di Stephen King, poi diventato mini-serie, che negli anni Novanta terrorizzò i bambini, e forse anche qualche adulto, di tutto il mondo.

Ma non è il caso di Canicattì.
Nella città agrigentina, nei giorni scorsi girava voce che un furgoncino bianco con dentro gruppi di pagliacci, si aggirasse per la città per rapire ragazzi e bambini. Niente di più inventato, ma ci è voluta l’azione diretta delle Forze dell’Ordine locali per smentire la notizia: niente pagliacci-rapitori, insomma, almeno non a Canicattì.

A far scattare l’allarme, alcuni genitori preoccupati, dopo aver avvistato un furgoncino pieno di persone travestite con la nota maschera, davanti alla scuola elementare “Giovanni Verga”; e così, in poco tempo, la notizia ha fatto il giro della città: «Si tratta senza alcun dubbio di notizie prive di fondamento, di vere e proprie bufale, anche di cattivo gusto – ha dichiarato il Commissario di Pubblica Sicurezza della città di Canicattì, Valerio Saitta – Non esiste alcuna segnalazione di furgoncini bianchi e tantomeno di clown avvistati nei pressi delle scuole o comunque in giro per la città. È stato creato un allarmismo ingiustificato che non trova riscontro in alcun episodio realmente accaduto».

La notizia sarà anche curiosa, ma non avrà fatto ridere i molti genitori che, turbati, hanno avuto bisogno di attendere le rassicurazioni della Questura locale. Ed è di poco più di quindici giorni fa la notizia che proprio ad Halloween, la nota ‘Notte delle Streghe’, quella in cui insomma anche gli adulti sono autorizzati a vestirsi nei modi più bizzarri, e soprattutto spaventosi, la figura del pagliaccio sia stata proibita; siamo a Vendargues, in Francia, dove il 31 di ottobre ai maggiori di 13 anni è stato vietato il costume da clown; una misura politica atta a scoraggiare le gang.

Una moda scoppiata di recente nel Sud della Francia, che ha preso piede grazie a Facebook. Si tratta per lo più di ragazzini che attraverso il trucco vogliono spaventare e mettere in fuga i cittadini, ma spesso un travestimento è il modulo perfetto scelto dai baby criminali, per dissimulare e colpire: il 10 ottobre, nel centro di Perigueux, un giovane vestito da clown è stato sorpreso dagli agenti della polizia locale, mentre tentava di spaventare i passanti, e da allora gli atti criminosi messi in atto dai pagliacci, si sono moltiplicati. A metà ottobre, un uomo di 35 anni è stato preso a sprangate a Montpellier, da tre ragazzi mascherati che volevano rubargli il portafogli.

A Bordeaux sono state organizzate ronde anti-clown e persino la Polizia di Stato ha messo in piedi una campagna informativa, su Facebook e su Twitter, volta ad avvisare la popolazione a stare attenti e di contattare le autorità in caso di contatto diretto con un clown violento.
Un svista dunque, un allucinazione quella di Canicattì, oppure fobia o solo il brutto scherzo di un appassionato del noto romanzo di Stephen King “It”, che ha impressionato bambini e ragazzini di tutto il mondo? Importante è sapere che è tutta una bufala, e che di pagliacci rapitori ne siano sgombre le strade; con buona pace di tutti, soprattutto genitori, e insegnanti.
 

Autore | Enrica Bartalotta