PALERMO – La polizia ha arrestato a Palermo una coppia di nigeriani. I due, di 32 e 28 anni, gestivano una casa a luci rosse nel cuore di Ballarò. Gli investigatori erano da tempo sulle loro tracce, ma il problema principale era riuscire a entrare in contatto con loro senza destare sospetti. Inutili anche i numerosi appostamenti.

Dalla Questura spiegano: "Soltanto nei giorni scorsi gli agenti sono riusciti a contattare l'uomo vincendo la sua diffidenza nell'incontrare sconosciuti. Si sono finti agenti di commercio e hanno condotto telefonicamente una trattativa relativa a un contratto di locazione fissando poi un incontro". Nel luogo e nel giorno concordato, però, il 28enne ha trovato i poliziotti che lo hanno bloccato e arrestato. La donna, invece, è stata rintracciata dopo un’ulteriore attività investigativa nel quartiere di Ballarò.

Come ricorda "Palermo Today", i due nigeriani erano finiti in manette nell'agosto 2016. In quell'occasione i poliziotti sequestrarono circa 100 grammi di marijuana già divisa in "dosi" pronte per la vendita e 900 euro in contanti. Lo stupefacente era nascosto in alcuni pensili della cucina e in un ripostiglio. Da allora avrebbero portato avanti anche un business che ruotava attorno alla prostituzione di loro giovani connazionali.