Palermo: il Taxi Sharing a gennaio sarà realtà (e costerà appena 2€)

Il Taxi Sharing a Palermo è il servizio che consentirà di condividere il taxi con altre persone che stanno svolgendo la vostra stessa tratta. 

Nelle più importanti città del mondo il servizio di Taxi Sharing funziona da tempo. A Palermo, ci dobbiamo accontentare di un timido debutto che tuttavia pènsiamo possa avere del grande potenziale (vista l'esperienza del tram fantasma che si aggira deserto per la città – bloccato dalle auto – ed ancora il traffico pazzesco in centro).

Come funzionerà il Taxi Sharing di Palermo?

Si partirà con cinque percorsi urbani, al costo di 2 euro a persona; ed uno extraurbano al costo di 8 euro a persona

I percorsi urbani partiranno a gennaio dopo l’installazione delle tabelle e l’ordinanza dell’Ufficio Traffico. Queste le parole del Sindaco Orlando, alla presentazione definitiva del progetto: 

“Questo e’ stato l’anno della mobilita’ e insieme al car sharing, al bike sharing e al tram, con il taxi sharing siamo in grado di proporre una seria alternativa al mezzo privato. Per dirla con una battuta, ci facciamo concorrenza da soli ma la pluralita’ e’ importante per abbattere il traffico e l’inquinamento."

Il primo percorso urbano colleghera’ la Stazione Centrale a piazza Papa Giovanni Paolo II passando per piazza Ruggero Settimo. 

Il secondo percorso colleghera’ il parcheggio Basile con la Stazione Centrale.

Il terzo percorso effettuerà la tratta parcheggio via Nina Siciliana con piazza Castelnuovo passando per piazza Principe di Camporeale.

Il quarto percorso collegherà il Foro Umberto I con via Notarbartolo passando per piazza Castelnuovo. 

Il quinto, infine, colleghera’ piazzale Lennon con piazza Castelnuovo, con passaggio intermedio in via Notarbartolo.

Il percorso extraurbano partira’ dalla Stazione Centrale per arrivare allo scalo del capoluogo con cinque fermate: piazza Ruggero Settimo, via Dante, viale Piemonte, piazza Matteotti e via De Gasperi

Tutta sembra pronto quindi, non ci resta che attendere le vetture Taxi Sharing facilmente identificabili da una scritta. Un grande passo in avanti per la città di Palermo e per tutti i lavoratori, tassisti di categoria, che da anni, pativano la crisi in silenzio.