PALERMO – Hanno aperto una panineria abusiva nella zona di Ciaculli, alla periferia di Palermo, e hanno anche realizzato un collegamento abusivo alla rete elettrica. L'attività di marito e moglie, però, è stata scoperta e per loro sono scattate le manette. "La coppia – spiegano i carabinieri – si è impossessata di un ingente quantitativo di energia elettrica mediante allaccio abusivo diretto alla linea di distribuzione dell'Enel con l'aggravante della violenza sulle cose, danneggiando una cabina".

La panineria abusiva di A.N., 44 anni, e N.C., 42 anni, si trovava all'angolo tra via Ciaculli e via Vincenzo La Barbera, all'interno di un cassone per camion. Accanto c'era un gazebo, diventato area ristoro. I carabinieri e i tecnici dell'Enel hanno notato alcuni cavi che fuoriuscivano da un foro nella cassetta elettrica e, seguendo la traccia, sono arrivati alla panineria. La coppia di gestori prendeva così l'energia per alimentare luci, piastra elettrica, friggitrice, banco frigo, frigorifero e condizionatore d'aria. L'arresto è stato convalidato, ma sono stati richiesti i termini a difesa e i due sono stati rimessi in libertà.