"Sono stata molto male, non ho dormito e ho perso peso. Ho anche pensato di lasciare questo lavoro". È molto toccante l'intervista che Paola Perego ha concesso a "Vanity Fair". La chiusura del programma "Parliamone Sabato" da lei condotto per l'accusa di sessimo non le è andata giù. Per lei, però, si apre una nuova possibilità: tornerà in tv alla conduzione del programma "Superbrain", in onda in prima serata su Rai 1 a partire dal 22 gennaio.

"È un rientro completamente diverso dagli altri. Di notte ho gli incubi, ho molta paura, una paura irrazionale. L'idea di entrare in studio mi spaventa, penso al primo ingresso, ai primi cinque minuti… In redazione c'è una lavagna con la scaletta del programma. C'è scritto "Ingresso Paola" e io tra parentesi ho aggiunto "forse"", confessa la Perego.

Dieci mesi fa "Parliamone Sabato" venne sospeso a causa di una lista contenente una serie di buoni motivi per preferire una moglie dell'est a una italiana. La cosa non è piaciuta agli spettatori che l'hanno duramente criticata. "È stato tutto più grande di me. Mi ha ferito essere accusata di sessismo dopo che da sempre porto avanti una battaglia a favore delle donne. Ho cercato di farlo in tutti i miei programmi e lo faccio nella mia vita privata. Per la prima volta nella mia vita mi sono vergognata di uscire di casa perchè avevo paura che gli altri pensassero io fossi una brutta persona", dice oggi.