PALERMO – Pollo, cous cous e cannoli di ricotta per la visita di Papa Francesco a Palermo. Sarà un pranzo molto semplice quello che il Pontefice si concederà per l'importantissima giornata nel capoluogo siciliano. Si parte dagli antipasti, con pane e olio, olive condite, tocchetti di formaggio e caponata. Subito dopo insalata di riso e cous cous e come secondo petto di pollo panato alla siciliana e contorno leggero di insalata mista. Immancabili i dolci, con sorbetto di limone e cannoli. Un evento, quello di sabato, che ha fatto scattare misure particolari ma anche iniziative di prim'ordine, dove la bellezza è il filo conduttore più importante.

Papa Francesco e Biagio Conte

Papa Francesco, amatissimo per la sua umanità e i magnifici sermoni che molto hanno a che fare con fratellanza e solidarietà, non a caso stringerà la mano a Biagio Conte. Sì, perché ci sarà una vera e propria reunion alla missione 'Speranza e Carità' di Palermo. Il missionario laico, come da copione, pranzerà con i poveri, gli ultimi della società. Ma la grande novità sarà proprio la presenza del Santo Padre. Insieme agli ospiti della missione, ai volontari e ai benefattori, ci sarà anche una rappresentanza di detenuti e immigrati. In totale le persone presenti in refettorio saranno 150, ma per il grande appuntamento se ne conteranno 1.500. 

Nella Cittadella del povero e della speranza, fondata nel 2002 e che accoglie soprattutto immigrati, oggi ci sono 800 ospiti. "C'è un clima festoso e di grande accoglienza. Si vive una grande trepidazione, la visita del Papa è il riconoscimento dell'opera e del percorso portato avanti in questi anni. La presenza del Pontefice ci rafforza nella fede ed è una svolta per l'intera città", dicono i volontari ricolmi di orgoglio. 

I preparativi per l'arrivo di Papa Francesco

Oltre 20 persone stanno lavorando alacremente alla missione per dare il benvenuto al Pontefice. Bergoglio sarà alla Cittadella del povero alle 13.30. I tavoli, per quell'ora, saranno bell'e pronti. Tempi risicati al massimo, per ovvi motivi: alle 15 il Pontefice è atteso alla parrocchia di San Gaetano a Brancaccio, ma se vorrà Bergoglio potrà riposare qualche minuto nella Cittadella del povero e della Speranza.