Il borgo siciliano di Petralia Sottana, in provincia di Palermo, ha fatto breccia nel cuore del Touring Club Italiano. Con le sue antiche origini e le sue atmosfere da favola, è stato inserito tra i 15 borghi italiani da visitare durante le festività natalizie. Un’imperdibile esperienza autentica.

Il borgo siciliano da visitare durante le feste

La Sicilia è bella tutto l’anno, ma ci sono luoghi che, in particolare durante alcune stagioni, sanno davvero dare il meglio di sé. É per questo che alcuni dei borghi siciliani diventano vere e proprie “mete di culto” durante l’inverno. L’aria frizzante e le luci rendono tutto speciale. Questa magia, ad esempio, si respira a Petralia Sottana.

Questo borgo in provincia di Palermo, con il suo fascino, ha conquistato un posto tra i 15 borghi italiani consigliati dal Touring Club Italiano durante le festività natalizie. «Piccoli borghi eccellenti, dove la qualità dell’accoglienza, la sostenibilità ambientale, la tutela del patrimonio artistico e culturale si uniscono per regalare un’esperienza di viaggio autentica. (…) Luoghi ideali da scoprire durante il periodo natalizio. In questo momento dell’anno, infatti, si respira un’atmosfera particolare, davvero magica. (…) Località da visitare a dicembre, per scoprire mercatini, presepi, eventi o semplicemente il fascino del luogo».

Cosa vedere a Petralia Sottana

Petralia Sottana si trova su uno sperone del versante meridionale delle Madonie e ha antiche origini. Medievale nei quartieri antichi, è panoramico luogo di villeggiatura ed escursioni. Sorge all’interno del Parco regionale delle Madonie e qui ha sede l’Ente Parco. Da non perdere la chiesa madre seicentesca e la chiesa della SS. Trinità. Il Museo Civico “Antonio Collisani”, costituito dalla sezione geologica “Geopark Madonie Giuseppe Torre” e la sezione archeologica “Collezione Collisani”.

Nella Chiesa del Monte di Pietà si può visitare, in esposizione permanente, un presepe che è una esperienza unica ed emozionante grazie alla sensazione di essere come Gulliver nel Paese di Lilliput. In ben 100 metri quadri di allestimento il visitatore viene trasportato magicamente in una Petralia in miniatura, con scorci e monumenti, grazie a un paziente lavoro di arte e maestria artigiana.

Come da tradizione, i giorni del Natale e delle feste vengono allietati dal caratteristico suono delle piffere e delle “ciaramedde” (zampogne in pelle di pecora) suonate da musicisti abbigliati tradizionalmente “I Zampognari di Pitralia”. Foto: Miguel Virkkunen Carvalho – Licenza.

logo-img
La redazione di siciliafan.it si impegna contro la divulgazione di fake news. La veridicità delle informazioni riportate su siciliafan.it viene preventivamente verificata tramite la consultazione di altre fonti.
Questo articolo è stato verificato con:
    Chiedi la correzione di questo articoloValuta il titolo di questa notizia

    Articoli correlati