01Tutti pazzi per il pistacchio.
Se poi è siciliano, meglio ancora.

 

All'interno del pistacchio troviamo tanti antiossidanti: tocoferolo, vitamina E e carotenoidi. Sostanze che combattono l'invecchiamento cellulare ed i radicali liberi.

Ma oltre agli antiossidanti c'è di più.

I pistacchi sono noti anche per le loro proprietà anti-ipertensive, grazie ai grassi insaturi che riducono il rischio di malattie cardiovascolari.

Un effetto analogo lo giocano sul controllo del diabete (il pistacchio possiede un basso indice glicemico) e del colesterolo, per via dei fitosteroli che competono con il colesterolo sui siti intestinali addetti al suo assorbimento.

 

Certamente non bisogna esagerare nel consumo (evitando i pistacchi salati se possibile), ma con una introduzione pesata e ragionata ne possono trarre benefici anche coloro che stessero seguendo una dieta dimagrante, per via del potere saziante che li contraddistinguerebbe.

 

Ma cosa c'è dentro i pistacchi nello specifico?

100 grammi di pistacchi contengono 557 Kcalorie.

Nello specifico:

44 grammi di grassi;
21 grammi di proteine;
28 grammi di carboidrati;
ed il resto acqua, fibre, sali minerali e vitamine.

Le vitamine più presenti sono quelle del gruppo B.

Tra i sali minerali, invece, menzioniamo il calcio, il ferro, lo zinco, il rame, il potassio (persino più delle banane in percentuale) ed il fosforo.

Autore | Viola Dante » seguimi su facebook ♥