Il portiere di un albergo del centro di Roma è stato fermato per violenza sessuale ai danni una turista svedese di 30 anni. L'uomo, un 36enne egiziano, è stato inquadrato dalle telecamere di sorveglianza dell'hotel mentre usciva semisvestito dalla stanza della donna. A segnalare l'episodio è stata una coppia di turisti, che si sono rivolti a una pattuglia di vigili urbani non lontano dall'albergo. Al momento dell'episodio la ragazza era nella sua stanza con un'amica.

Il gruppo di cui faceva parte la ragazza stava trascorrendo alcuni giorni di vacanza nella capitale. La giovane era appena rientrata in camera dopo i festeggiamenti quando è avvenuto l'episodio. Gli agenti, subito intervenuti, hanno in un primo momento ascoltato la donna e poi acquisito importanti elementi di indagine, tra i quali le immagini delle telecamere di sorveglianza. In una nota, l'albergo ha condannato

"fermamente il comportamento del portiere notturno, ritenendolo spregevole e disumano, indipendentemente se verrà accertata la molestia o quant'altro. Ci teniamo pertanto a precisare che c'è in corso un accertamento delle autorità giudiziarie con il quale la direzione sta collaborando, ed esprimiamo la massima vicinanza alla ragazza vittima dell'episodio. Il portiere notturno stava facendo un periodo di prova dal mese di novembre con un contratto a termine (3 mesi) cessato con effetto immediato. Vogliamo difendere e salvaguardare la nostra struttura e tutto il nostro staff che collabora con noi da molti anni in modo professionale, vittime anche noi dell'accaduto. La direzione intende far sapere che provvederà a utilizzare tutte le vie legali per ogni eventuale danno causato da questa persona. A salvaguardia della ragazza, in questo momento particolare, abbiamo provveduto a sistemarla presso una diversa struttura a nostre complete spese".