Un ragazzo palermitano di 26 anni, Antonino Baldassare Camarda, è morto dopo essere caduto da un’altezza di 5 metri, 10 giorni fa. Il giovane era originario di Palermo, ma da qualche anno viveva a Santa Maria Imbaro, in provincia di Chieti.

Lo scorso 14 settembre, durante la nottata di apertura delle Feste di Settembre, è precipitato da un’altezza di quasi cinque metri, sbattendo la testa sull’asfalto.

Stando alle prime ricostruzioni, era in compagnia di due amici e, dopo lo spettacolo, avrebbe cercato di raggiungere la sua auto, che era parcheggiata sotto una terrazza. Per evitare di fare il giro a piedi, si sarebbe calato dal parapetto. All’improvviso, è volato giù, in strada. Immediati i soccorsi e il trasporto in ospedale in ambulanza. A casa dei seri danni riportati, è stato trasferito in elisoccorso a Pescara, per essere sottoposto a un intervento chirurgico.

In questi giorni è stato ricoverato nel reparto di Rianimazione, ma non si è mai ripreso. Questa mattina i medici hanno diagnosticato la presunta morte cerebrale del giovane, quindi ha avuto inizio il periodo di osservazione. Alle 14,10 è stato certificato il decesso. I familiari hanno dato il consenso per la donazione degli organi.